L'INVIDIA, LA VECCHIAIA E GLI IMBECILLI

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'INVIDIA, LA VECCHIAIA E GLI IMBECILLI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Mar 16, 2012 7:35 pm

L’INVIDIA (l’ammìddie)? LA PUTREDINE DELLE OSSA
Una massima di Orazio così recita: Invidus alterius macrescit rebus opimis (L’invidioso si consuma vedendo la prosperità altrui).
Non dimenticate che Caino uccise Abele per l’invidia, dal momento che non sopportava che il fratello fosse migliore di lui.
Il vocabolario della lingua italiana Treccani definisce l’invidia «Sentimento spiacevole che si prova per un bene o una qualità altrui che si vorrebbero per sé, accompagnato spesso da avversione e rancore per colui che invece possiede tale bene o qualità: avere invidia del successo altrui; provare, sentire, portare invidia contro qualcuno; destare invidia in qualcuno».
Per la dottrina cristiana l’invidia è il secondo dei peccati capitali. Il primo è la superbia. L’iconografia la raffigura come una brutta vecchia con serpi tra i capelli che vorrebbero essere i pensieri malevoli e velenosi, ha uno sguardo sinistro e minaccioso, sul petto si intravede una serpe che avvelena la mammella sinistra (avvelena il cuore).
Per Baltasar Greciàn, gesuita, scrittore e filosofo spagnolo, «L’invidioso non muore mai una volta sola, ma tante volte quante l’individuo viene salutato dal plauso della gente» .
Secondo Giuliana Proietti, psicologa e psicoterapeuta, responsabile del sito http://www.psicolinea.it/g_t/invidia.htm, «L’invidia è anzitutto un sentimento doloroso, che si impone spesso contro la propria volontà e del quale è difficile liberarsi attraverso riflessioni di tipo razionale. L'invidia comporta infatti sentimenti negativi, che sfiorano il rancore, l’odio, l’ostilità verso chi possiede qualcosa che l’invidioso non ha. L’invidia agisce allora come un meccanismo di difesa, come un tentativo di recuperare la fiducia e la stima di sé stessi, attraverso la svalutazione di chi ha di più: in termini di fortuna, di successi personali, di possibilità economiche ecc.».
L’invidioso ha uno spasmodico desiderio di vedere il proprio antagonista vilipeso, usando mezzi come la maldicenza, la menzogna, la falsa testimonianza, ma soprattutto è l’ignoranza che domina questa specie di individui.
In sostanza l’invidia è il sentimento che si prova quando qualcuno, che noi consideriamo inferiore a noi o del nostro stesso valore ci sorpassa, ottenendo successo e quindi l’ammirazione altrui. Allora scatta l’invidia, ovvero, l’impressione di una profonda ingiustizia. Cerchiamo di convincerci che non lo merita e facciamo di tutto per trascinarlo al nostro stesso livello, svalutandolo, parlandone male, o criticandolo (?).
San Bonaventura, infine, nei suoi Sermoni domenicali definisce l’invidia la «putredine delle ossa».

Vittorio Polito

Ed ora qualche proverbio sull’argomento:
L’invidia non muore mai
Non riesce a trovar soddisfazione e si perpetua
L’invidia è serva, l’ingratitudine è padrona
L’invidia nasce da un senso di inferiorità, mentre l’ingratitudine è tipica dei ricchi e dei potenti
L’invidia adora la mediocrità
L’invidioso si trova bene solo con chi può considerare inferiore. Quindi ama stare con il mediocre, che, mettendosi al di sotto di lui, fa da pubblico e asseconda la sua vanità
Chi ha invidiosi ha pane e chi non n’ ha ha fame
Chi è invidiato ha anche di che essere invidiato: successo e ricchezza
Senza invidia, disse l’asino quando vide scannare il porco
L’aveva invidiato perché, mentre lui lavorava, il porco non faceva nulla, mangiava e beveva.
Si dice quando uno fa la fine che si merita, dopo aver fatto del male o esserselo procurato con le proprie mani
L’invidiato mangia pane e l’invidioso muore di fame
L’invidia fa aumentare il desiderio per ciò che non si possiede
Chi invidia crepa
Si dice infatti crepare d’invidia

E per finire una simpatica poesia di Peppino Franco che inquadra molto bene lo sbruffone, che può ben paragonarsi ad un invidioso

A NNU SBREFFONE…[1]
di Peppino Franco


Iè mijnze delinguènde malandrine,
smargiàsse, cape teste e gnorànde,
convinde d’èsse furbe e ccerveddìne,
capàsce a mmette a ppòste tutte quande.

Che ttùtte è ccrapotènde, iè sfalzìne,
e che nnu mbruègghia bruègghie tire nnànde,
senza penzà a cchèdde ca chembìne,
pircè iè nu ncosciènde e iè azzardànde.

Però ’na dì l’avì ijnd’a le rècchie
da ci ll’ève trattate da segnòre;
e ffù talmènde fòrte la lezziòne,

ca doppe devendò ’na pezza vècchie.
Adacchessì la «peggra mbètta gnòre»,
da chedda dì, fernì de fà ’u sbreffòne!


[1] Da Citte citte… fra nu e nu…, di Peppino Franco, Ed. Grafischena, Fasano (BR), 1976, pag. 375


LA VECCHIAIA

LA VECCHIAIA È L’ETÀ DELL’UOMO PIÙ IMPEGNATIVA SPIRITUALMENTE, RICCA DI QUEI GRANDI DISTACCHI CHE NON SI HANNO SE NON NELL’INFANZIA. È UNA FANCIULLEZZA ELEVATA A UN CERTO POTERE DI VEGGENZA SPIRITUALE.
Fortunato Pasqualino



Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Lun Apr 02, 2012 7:28 am, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

GLI INVIDIOSI E GLI IMBECILLI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Apr 02, 2012 7:21 am

C'E SEMPRE QUALCUNO CHE NON E' D'ACCORDO SUI CONTENUTI DI QUANTO SCRIVO, SU CERTE MIE CONSIDERAZIONI, SULLE MIE CRITICHE, MA IO ME NE FREGO E CONTINUO AD ANDARE PER LA MIA STRADA E AD AVERE ANCOR PIU' STIMA DI ME STESSO.
NON SARANNO CERTAMENTE GLI INVIDIOSI, GLI IMBECILLI, GLI SCIOCCHI E GLI IGNORANTI CHE MI FARANNO DESISTERE. COSTORO SONO LA PEGGIOR RAZZA CHE POPOLA IL MONDO. SONO PERSONE DELLE QUALI E' MEGLIO NON FIDARSI E TENERLI LONTANO, COMMETTONO FACILMENTE LEGGEREZZE, NON CAPISCONO COSE DIFFICILI, SONO SVENTATI, INCAUTI E ALTRO NON FANNO CHE CRITICARE ED OFFENDERE IL PROSSIMO. DELLA SERIE "CE CIUCCE SE CORCHE, CIUCCE SE IALZE". A QUESTE PERSONE LE RISPOSTE SI DANNO CON I FATTI.


Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Sab Giu 16, 2012 5:04 am, modificato 2 volte
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

PER POLITO E PER TUTTI

Messaggio  Admin il Mer Apr 04, 2012 4:34 pm

Devo sempre ringraziare l’amico Polito per i preziosi modi di dire che con costanza inserisce su Comanacosaellalde. Voglio ringraziarlo anche perché, oltre all’inserimento puro e semplice, aggiunge all’intera operazione un plusvalore dovuto alla facilità con la quale inquadra nella vita reale i detti in questione. Rifacendomi dunque a questa caratteristica importante dell’inquadramento dei modi di dire che ci regala l’amico Polito mi è venuto in mente un antichissimo modo di dire barese che suona così: “Cjìende nudde accederene nu ciucce”, “Cento niente ammazzarono un asino”. Mi spiego meglio, abbiamo un asino al nostro fianco, guarda caso il basto è vuoto, allora gli appoggio sopra una pacco che pesa due chili, dicendo che due chili sò nudde pe nu ciucce. Poi gli appoggio un altro carico pesante tre chili, dicendo sempre la stessa cosa, e così via. Dopo tanti pacchi così leggeri che sono nulla per il ciuco, il povero asino cade a terra perché la sommatoria dei pesi dei pacchi leggeri che, presi uno per uno, sono nudde pu ciucce, lo ha letteralmente schiacciato. Buona serata a tutti e ottime cose da franz falanga.
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

PER FALANGA E PER TUTTI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Gio Apr 05, 2012 2:50 pm

Ringrazio Franz Falanga per quanto scrive. La storia dell’asino è lunga e tortuosa. Non va dimenticato che tra i significati simbolici dell’asino c’è l’ignoranza. Infatti, ho notizia che c’è qualcuno che va in cerca di fortuna, nel senso che vorrebbe fare denunce, far chiudere blog, minaccia diffide e quant’altro. Sta di fatto che quanto sopra è il frutto della constatazione dell’insuccesso di certe iniziative che si sono e si stanno rivelando vacue e senza interesse alcuno da parte dei potenziali interessati per cui: «volene pàgghie pe cjìnde cavàdde». Certi progetti non stanno avendo un riconoscimento per una serie di motivi che non sto qui ad elencare e per i quali vengono ignorati e disattesi proprio dalle persone potenzialmente interessate. Non entro nel merito di tali iniziative, che sono ormai arcinote agli "addetti ai lavori", per cui ogni commento è del tutto superfluo. Come dire che «A LAVÁ LA CÁPE O CIÙCCE SE PÈRDE IÀCQUE E SAPÓNE».

Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Gio Lug 12, 2012 7:40 am, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

PER POLITO, FALANGA E TUTTI

Messaggio  felice.alloggio il Gio Apr 05, 2012 7:56 pm

"...Infatti, ho notizia che c’è qualcuno che va in cerca di fortuna, nel senso che vorrebbe fare denunce, far chiudere blog, minaccia diffide e quant’altro..."
Vittorio, sta parle forse du Presedènde Berluscone? Non te si preoccupanne percè ormà u Presedènde se na sciute e avonne remanute solamènne du mal conzeglìre:u gatte e la volpe! Ma pure chiss'è du avonna fà na brutta fine. Tìmbe nge vole....
Ciao e Buona Pasqua a tutti
avatar
felice.alloggio

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 21.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

MI E' VENUTA IN MENTE UN'ALTRA FRASE

Messaggio  Admin il Ven Apr 06, 2012 7:51 am

Leggendo quanto scritto dall'ottimo Felice Alloggio, mi ricordo che, quando avevo i capelli neri, circa un secolo fa, la frase completa era "Tiembe nge vole, deceve Sabbelline o brendesine". La storia narrava che Sabbellina, che faceva la professione più antica del mondo, era molto materna con un anziano signore brindisino il quale era abbastanza lento nell'esprimersi. E Sabbellina si comportava con infinita pazienza e civiltà nei confronti dell'anziano signore venuto da Brindisi per lavoro e che, per concludere la giornata alla grande, era andato, guarda il caso, a trovare Sabellina per bersi un bicchierino di cognac.
franz falanga
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

L'INVIDIOSO

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mer Lug 18, 2012 6:54 am

L’INVIDIOSO È UN AUTOLESIONISTA, CHE SOFFRE DELLA FORTUNA E DEL MERITO ALTRUI.

(Cesare Marchi, saggista)
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

GIORNALISTA

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Lug 29, 2012 2:52 pm

L'IGNORANTELLO CHE BAZZICA DA QUESTE PARTI E SCRIVE CORBELLERIE E' BENE CHE SAPPIA QUALE E' LA DIFFERENZA TRA GIORNALISTA PROFESSIONISTA E GIORNALISTA PUBBLICISTA.


In Italia l'attività giornalistica è regolata da una legge dello Stato, la n. 69 del 3 febbraio 1963, che però riguarda solo chi svolga in maniera "professionale" tale attività, in quanto la libera manifestazione del pensiero è garantita a tutti i cittadini, come una delle libertà fondamentali del nostro Stato democratico.

I giornalisti sono raggruppati in due grandi categorie: i pubblicisti e i professionisti.

I primi sono coloro che svolgono l'attività giornalistica come attività secondaria: una sorta di part time. I professionisti, invece, sono coloro i quali svolgono e possono svolgere esclusivamente l'attività giornalistica: non possono quindi avere altre attività - è fatta un'eccezione per l'insegnamento di materie attinenti la professione - né possono essere iscritti ad altri Ordini professionali.

Al di là di questa differenza, pubblicisti e professionisti - come precisato nel 1968 da due sentenze della Corte costituzionale - hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri sia di fronte alla legge dello Stato, sia di fronte alle norme deontologiche poste a tutela dell'interesse pubblico e della dignità professionale.

CHIARO?
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

L'IMBECILLE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Ago 03, 2012 1:40 pm


SE INCONTRERAI QUALCUNO PERSUASO DI SAPERE TUTTO E DI ESSERE CAPACE DI FARE TUTTO NON POTRAI SBAGLIARE, COSTUI È UN IMBECILLE!

CONFUCIO
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

DIFFERENZA TRA PLAGIO E CITAZIONE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Nov 20, 2012 6:40 am

L’IGNORANTELLO DI TURNO  CHE SCRIVE A CASO PAROLE DELLE QUALI NON CONOSCE IL SIGNIFICATO, SAPPIA LA DIFFERENZA TRA "PLAGIO" E "CITAZIONE"

PLAGIO - IMITARE (O COPIARE) TROPPO DA VICINO GLI SCRITTI, O ANCHE LE TESI, LE IDEE, GLI ATTEGGIAMENTI DI ALTRA PERSONA FACENDOLI PASSARE PER PROPRI E ORIGINALI.

CITAZIONE - RIPORTARE PAROLE DI PERSONE O DI TESTI AUTOREVOLI, RICORDARE FATTI O EPISODI A CONFERMA DI QUANTO SI SOSTIENE CITANDO LA FONTE.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

LA VOLPE E L'UVA OVVERO "L'INVIDIATO MANGIA PANE E L'INVIDIOSO MUORE DI FAME" - 2

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mer Lug 02, 2014 4:42 am


PE MMO'
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

LA VOLPE E L'UVA OVVERO "L'INVIDIATO MANGIA PANE E L'INVIDIOSO MUORE DI FAME" - 3

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mer Lug 02, 2014 4:55 am

INVIDIARE? È LAVORO DA DISPERATI


                                                               
    PE MMO'
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

LA VOLPE E L'UVA OVVERO "L'INVIDIATO MANGIA PANE E L'INVIDIOSO MUORE DI FAME" - 4

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Lug 04, 2014 4:38 pm

L’INVIDIOSO CONDIVIDE CON LA GELOSIA MOLTI ATTEGGIAMENTI: NON È MAI SICURO  DI SÉ, È SOSPETTOSO, SI RODE IN SE STESSO, È PRONTO A FARE COSE INDEGNE NEL TENTATIVO DI DANNEGGIARE L’INVIDIATO SENZA RIUSCIRCI.
INSOMMA L’INVIDIOSO FA INDIGESTIONE DI QUELLO CHE VEDE MANGIARE AGLI ALTRI E SI PASCE PROPRIO DI QUELLO CHE LUI NON HA.

 
                                                                                         PE MMO'
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

ATTENTI ALL'IMBECILLE!

Messaggio  Vittorio E. Polito il Gio Lug 17, 2014 3:08 pm


NON DE SI AVVECENÀNNE MÀ A NU TORE DA NÀNZE, A NU CAVÀDDE
DA DRÈTE E A NU MBECÌLLE DA NESCIÙNA VÀNNE.

NON AVVICINARTI MAI AD UN TORO DAVANTI, A UN CAVALLO DAL DIDIETRO, A UN IMBECILLE DA QUALSIASI LATO.
.

                                                                                                                                                           
PE MMO'
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

GIOVANNI BOCCACCIO (SCRITTORE DEL 1300) SULL' L'INVIDIA

Messaggio  felice.alloggio il Mer Lug 30, 2014 5:19 am

Da Decamerone
- L'invidia
(L'ammìddie)

Care lettrisce,
jì Giuànne Boccàcce so sembe penzàte ca u vind’imbetuòse e violènde dell'ammìddie colpìsce solamènde le cime chiù ialde de l'arue, ossì le poète e screttùre chiù mbortànde ca prime de scrive nqualche cose fascene la dèdeche a segnùre aldolocàte. Jì so remanùte sembe in dispàrte screvènne storièlle alla bone, senza nessciuna dèdeche, che nu stile sèmblece ca chiù sèmblece non se pòte. Eppùre so state schedduàte pure jì da cusse vìnde malèfeche e so capìte percè le mamme noste discene sembe ca la sola cose ca non fasce menì l'ammìdie iè la mesèrie!
Avita sapè nfatte ca chidde c’avònne lètte chisse storie me cretechèscene percè discene ca jì vogghie bene assà alle fèmmene, ca so scritte chisse storie solamènde pe devertìrme apprìsse a lore, e p'avè le favòre lore. Nqualche iune po’ m'ha ditte che all'età mè non s'avonna fà e disce certe cose, ca iè megghie ca jì me vogghe a reterà sope o Monde Parnàso apprisse alle Muse, e che iè megghie ca me guadàgneche da mangià facènne n'alde mestìre!
Jì però me stogghe citte, non respònneche a chisse nvediùse, e condìnueche a scrive e conclùde l'obbre percè sàcceche de secùre ca chèdda ca stogghe a scrive piasce. E po’ sta n'alde fatte: ce cose sta de male ce jì piàsceche alle fèmmene e jì fazze de tutte pe piacè a lore? Ce sta de male jìnde alla bellèzze de na fèmmene? Eppure ca so vecchie nonn’è forse vere ca le gaddìne vecchie fascene u brote bune? Pedènne jì fine a quanne agghia cambà non m'agghia verghegnà ma de piacè a chidde cose ca pure a Dante Alighièri e Guide Calvalcànde nge avònne piaciùte e pe cudde fatte avònne avute glorie.

FELICE ALLOGGIO,
TRADUZIONE IN DIALETTO MODERNO PER TUTTI I BARESI, NON SOLO QUELLI DI BARIVECCHIA.
avatar
felice.alloggio

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 21.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LASCIALI PARLARE DI TE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Ago 19, 2014 5:55 am

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

L'INVIDIOSO

Messaggio  Vittorio E. Polito il Gio Ago 21, 2014 2:51 pm

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

ANCORA L'INVIDIOSO

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Ott 20, 2014 1:36 pm

L'invidia è un emozione vissuta in solitudine.
Ecco perché chi è invidioso resta sempre solo.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

PER L'IGNORANTELLO E L'INVIDIOSO DI TURNO - ULTIMI COMMENTI APPARSI SU FACEBOOK

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Ott 26, 2014 4:11 pm

Grazia Galante Bravo, Vittorio, questo è quello che meritano.
Un proverbio di San Marco in Lamis recita così: Si vu fa sckattà lu nnemmiche, quanne isse parla tu statte citte..

Rosanna Polito Bravo Vittorio! Continua sereno e fiero per la tua strada!

Gianni Grazioso Bràve, bràve, bràve!!!

Virgilio Donato Franzel di certo non ti manca la grinta!!!

Flora De Vergori  Bellissimo il proverbio che hai citato, Vittorio!! E la saggezza popolare non sbaglia. L'invidia purtroppo è di chi "non arriva all'uva" e dice che è acerba. L'invidia scivola addosso alle persone cui è rivolta, non le attraversa neanche perché viene completamente ignorata, anzi, è stimolo per fare meglio e di più. "Duc, in altum " Vittorio. Complimenti per la tua produzione giornalistica e come autore di preziosi testi. Ad maiora !!

Gino Paradiso la gaddìne ha fatte u uève e o ............u iò!

Angelo Zaccaria Potremmo prendere in "prestito" anche Dante: "non ti fidar di loro ma guarda e passa". Vai avanti Vittorio non ti fermare ci siamo noi...

Emanuele Cazzolla Automaticamente, mi sento facente parte delle "PERSONE QUALIFICATE CHE IO STIMO MOLTISSIMO E CHE SONO CERTAMENTE AL DI SOPRA DELL’IMBECILLE DI TURNO", giacché, da parte mia, solo e sempre giudizi positivi.  Fuor di battuta, questo è il solito prezzo che pagano le persone che fanno, che costruiscono, che hanno qualcosa da dire e da proporre. E che non passano il proprio tempo nel solito esercizio di demolire l'altro.

Elena Malerba Lasciali rosicare Vittorio !

Alfredo Zippari
Quando leggo i tuoi scritti o sento la tua voce mi viene di applaudirti perché in maniera schietta presenti situazioni che necessitano problemi da risolvere. Senza dire della competenza e dell'amore con cui ci comunichi la tua baresità. Lunga vita a Te,carissimo Vittorio. Un complimento ai tuoi numerosi amici che ti hanno espresso simpaticamente la loro solidarietà. Con un abbraccio ed un cordiale grazie. Alfredo


Vittorio Polito - Grazie a voi tutti.
Una mia amica mi suggerisce un bel proverbio in latino che faccio mio
DE MINIMIS NON CURAT PRAETOR (ovvero il pretore non si occupa di piccole cose).


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Sab Set 12, 2015 5:17 am, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

LE MALELINGUE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Nov 24, 2014 6:31 am

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

CHI TACE NON HA VOGLIA DI DISCUTERE CON IDIOTI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Gio Dic 25, 2014 6:21 pm

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

L'INVIDIOSO? È UN SEMINATORE DI CHIACCHIERE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Feb 17, 2015 7:52 am


NZÒMME "JÈ NU POVER'A JÌDDE"
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Mar 20, 2015 2:22 pm

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

CATTIVERIA, INVIDIA E PRESUNZIONE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mer Mar 25, 2015 5:17 am

 
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

INTELLIGENZA & INVIDIA

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Lug 13, 2015 4:53 am

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'INVIDIA, LA VECCHIAIA E GLI IMBECILLI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum