DIALETTO BARESE E DINTORNI: NOVITA' EDITORIALI

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DIALETTO BARESE E DINTORNI: NOVITA' EDITORIALI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Apr 22, 2008 5:50 pm

BATTISTA E.: Bari, amore e... poesia, Levante Editori, Bari, 2008; Poesie

Battista, commediografo e poeta, raccoglie in questo volume tutte le sue poesie scritte in dialetto barese seguendo un filo conduttore che unisce il grande sentimento dell'amore terreno a quello soprannaturale, amore profondo che tocca la sfera celeste.


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Gio Mar 11, 2010 6:54 am, modificato 2 volte
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

CANONICO L.: Iarie d'u paiìse mì

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Apr 22, 2008 5:54 pm

CANONICO L.: Iarie d'u paiìse mì!, Ed. Arteprint, Matera, 2007; Poesie

Luigi Canonico, amabile poeta dialettale, ha pubblicato per gli amanti ed i cultori del dialetto barese il volume Iarie d'u paiìse mì!, edito da Arteprint di Matera. Una ennesima prova che la poesia dialettale rappresenta l'espressione immediata dei nostri sentimenti, e risveglia sempre più l'interesse da parte dei cultori, degli studiosi e di tutti coloro che se ne servono per deliziarsi o per esprimere proprie sensazioni. Il sapore di queste pagine, scrive Canonico, vuole essere nu bbuèffe d'aria nosta chelorate da respirare a pieni polmoni, consentendo al cuore di ricevere un piacevole ristoro dall'arie d'u paiìse mì.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

SIGNORILE V.: Ragù

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Apr 22, 2008 5:56 pm

SIGNORILE V.: Ragù, Gelsorosso Editore, Bari, 2008;
Propone lo spettacolo con la raccolta di tiritere, proverbi, storielle, prsonaggi, piccoli e grandi pezzi di realtà popolare di Bari, arricchito di testi, riflessioni, indovinelli, battute, canti e filastrocche e soprattutto dal vivo apporto del pubblico che è riuscito a "insaporirlo". Un patrimonio di cultura e di costume che Signorile tenta di lasciare ai posteri.
Il volume, è illustrato dal maestro Michele Damiani, contiene il DVD dello spettacolo dal vivo registrato nel dicembre 2007 nel Teatro Abeliano.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

MELCHIORRE V.A.: Storie e Patorie

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Apr 22, 2008 5:57 pm

MELCHIORRE V.A.: Storie e Patorie (ovvero cenni sul folklore barese), Adda Editore, Bari, 2007; E' una ricerca finalizzata a rievocare tutto quello che è stato possibile conoscere intorno a usanze, tradizioni, dialetto, giochi, sport, teatro, cantastorie, processioni, confraternite, grandi ricorrenze, mondo del soprannaturale, soprannomi, proverbi, modi di dire, ecc., relativi alla nostra città.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

CARATU' P., PEGORARI D.M., RUBANO A.: Bari fra dialetto e poesia

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Mag 12, 2008 5:10 pm

CARATU' P., PEGORARI D.M., RUBANO A.: Bari fra dialetto e poesia, Palomar, Bari, 2008
A cura e con introduzione di Francesco Tateo.
Un libro che coniuga competenze della dialettologia e quelle della lettura di testi dialettali finalizzato ad avviare alla conoscenza del dialetto di Bari come patrimonio culturale da salvaguardare. Riporta la delineazione cronologica, mediante discorso critico, della poesia più significativa che negli ultimi due secoli abbia adottato il vernacolo barese.
Gli autori sono rispettivamente: professore ordinario di linguistica italiana Università di Bari; docente di letteratura italiana contemporanea e filologia dantesca nelle facoltà letterarie di Bari e Foggia; professore associato di linguistica italiana Università di Bari. Francesco Tateo è professore emerito dell'Università di Bari, storico della letteratura e filologo.
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Novità editoriale

Messaggio  felice.alloggio il Mar Giu 17, 2008 3:36 pm

Carissimi amici,
vorrei consigliare, se mi è permesso, la lettura del libro giallo di Franz Falanga dal titolo "Il Commissario Navarrini, appena edito da Adda Editore di Bari. Il testo che non è scritto in dialetto barese, sprizza baresità da ogni pagina. Esso si legge facilmente in un batter d'occhio e fa nascere dentro di te un grande amore per la città di Bari, coltiva sentimenti positivi come l'amicizia, i valori autentici, come quella pietas cristiana molte forte nei non credenti, la gioia di vivere e l'amore per le donne e la cucina baresi (che binomio!) che invita a coltivare e conoscere. Ma, non scrivo altro perchè altrimenti rischio di recensirlo.
Tanti affettuosi saluti
Felice Alloggio.
avatar
felice.alloggio

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 21.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

MANUALE DI ANTROPOLOGIA DEL DIALETTO BARESE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Giu 22, 2008 8:34 am

APERTO A BARI UN ORIGINALE “BAR DEL PESCE”
Vittorio Polito

È stato inaugurato dal Sindaco di Bari, Michele Emiliano, il nuovo locale “Nicolas”, un innovativo modello di ristorazione mutuato da importanti città italiane ed estere, solo che a Bari ha un significato particolare in considerazione del fatto che i baresi sono “cannarùte” (ghiotti, golosi), soprattutto di “crute” (crudo, frutti di mare, polpi, allievi, ecc.) e di pesce.

L’elegante locale, oltre ad essere una qualificata pescheria (l’unica della città dotata di sistemi di depurazione certificati CE), offre servizi di “fish bar”, sia a pranzo che a cena o all'ora dell'aperitivo serale con la formula dell’happy hour e di fish take-away.

Emiliano ha elogiato la cultura d’impresa cioè quelle persone che dimostrano al mondo intero cosa sono capaci di fare i baresi, dal momento che il commercio non è più quello di una volta.

Il titolare della nuova ed originale attività commerciale, Giuseppe Spadone, ha sottolineato la volontà di creare un posto dover poter comprare e degustare prodotti tipici della cucina barese, ma soprattutto pesce, gustando vini e musica per socializzare e passare una serata in compagnia. Infatti, Nicolas è un luogo di aggregazione in cui gustare frutti di mare crudi di altissima qualità e freschezza, depurati con sistemi di alta tecnologia.

Hanno allietato la serata l’Anonima G.R. con Tiziana Schiavarelli e Dante Marmone, e il noto poeta dialettale barese Vito Bellomo che ha declamato la bellissima poesia “Amor amar”.

Infine, a tutti i presenti, è stato fatto omaggio del “Manuale di Antropologia del barese verace”, una pubblicazione, senza autore e senza editore, ma con prefazione di Micaela Spoto e Giuseppe Spadone, che raccoglie esagerazioni, curiosità, iperboli e molto di quello che si dice sul povero barese… ed una lettera a San Nicola di una devota barese che, sentendosi in peccato per la sua grande passione per i ricci, la confessa al patrono della città.

La “Lèttre a Sande Necole” è stata tratta dall’omonimo volume di Maria D’Apolito Conese (Progedit, 2005), la cui recensione è pubblicata nella pagina ad esse dedicate in questo stesso sito.

Ai presenti, infine, è stata offerta una degustazione di frutti di mare (cozze pelose, nusce, ostreche, ecc.), rigorosamente crudi, freschissimi e gustosissimi.


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Dom Giu 22, 2008 3:26 pm, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

STORIE PATORIE

Messaggio  Admin il Dom Giu 22, 2008 1:06 pm

Il titolo del bel libro di Melchiorre, mi ha fatto venire in mente una vecchia filastrocca barese che sottopongo alla vostra attenzione. Premetto che è una filastrocca parecchio grossolana, ma, come si dice in italiano, tutto fa brodo, e poi a noi interessa tutto quanto faccia parte della nostra nobile lingua madre.
Premetto che io ricordo la frase Storie Patorie senza la congiunzione "e". Non sono sicurissimo al cento per cento ma ne ho la quasi certezza. La filastrocca che io ricordo è dunque la seguente:
"Storie patorie cazzengule a don Vittorie".
Ho due domande da farvi:
Con o senza la "e" congiunzione?
Seconda domanda per me fondamentale, ma che cavolo significa patorie? O forse è un vocabolo inventato per far rima con Vittorie?
A voi il quesito. Sennò stasera, anzichè dedicarmi al mangiare, annegherò i miei dispiaceri nel vino e mi dedicherò al bere per dimenticare i miei rovelli, fra i quali c'è anche il rovello "patorie".
Beh! Ciao a tutti.
Qui i leghisti fanno il bello e il cattivo tempo. Io li contrasto come posso, ma combatto da solo ragazzi!
Falàn.
P.S. Oggi tagliatelle all'uovo al sugo di pomodoro passato. Sopra ci ho appoggiato qualche prosecco e un paio di rossi kabernet, che non erano un granchè. I prosecchi forse meglio. Ma come universalmente si sa il prosecco non è un vino serio, è solo una bibita leggermenta alcoolica. Come dire una presa per i fondelli. Mannaggia la pupazza!
Falàn
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

Stòrie e Patòrie

Messaggio  armando santoro il Dom Giu 22, 2008 2:35 pm

Ho visto, non molto tempo fa, un lavoro dialettale a Bari che si intitolava "Stòrie e Patòrie", con la regia di Vito Signorile, in cui si narravano o recitavano molte storie popolari davvero esilaranti. Tracce di radici del popolo barese le ho trovate anche nella commedia "Ragù", dello stesso Signorile, da cui l'attore-regista ha ricavato anche un libro con Dvd che altro non è che una raccolta - di vari autori - di storie (es. "La stòrie de scorze de prevelòne"), proverbi (su donne, uomini, soldi, cibo ecc.), brindisi e canti tradizionali ( "Abbàsce a la Marìne", "La Candìne de mba Giuànne", "Vattìnne Papùnne", "Ce ngii-am'a dà a la zite", ecc.).
Qui si parla di "Storie e Patorie" (con la "e" ) con il significato, per Patorie, di fandonie, frottole. fantasie o, come diceva Totò, pinzellacchere.
Per i vini da pasteggiare, infine, con tutto il rispetto per quelli del nord-Italia e della Padania, vorrei suggerire anche il nuovo "Pungirosa", delle cantine Rivera, che non ha nulla da invidiare nemmeno ai nobili vini della Bourgogne.


Ultima modifica di armando santoro il Lun Giu 23, 2008 11:14 am, modificato 1 volta
avatar
armando santoro

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : BARI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

RE: STORIE E PATORIE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Giu 22, 2008 3:23 pm

Caro Franz,

Lorenzo Gentile, nel "Nuovo dizionario dei baresi" (Levante Editori), alla voce patòrie, dà il seguente significato: fandonie, storielle.
Giuseppe Romito nel “Dizionario della lingua barese” (Edizioni Levante), scrive alla voce Patorrie: storielle inventate per incantare i bimbi. Da esso un detto antico: «Storrie e patorrie u cule de Vettorrie».
Giovanni Colasuonno, infine, nel suo “Dizionario dei dialetti pugliesi" (Milella Editore), dà la seguente spiegazione, ma riferita a Grumo: patimenti, sofferenze, vicissitudini della vita e riporta la seguente filastrocca «Stórie e patórie, u cule de Vettórie stê malête è ca vóle la ceccolête, ceccolête non ge nn’è , è vvè vvitt’a la pettè, la pettè stê achjúse, ficchet’u discete ind’ò pertuse». La traduzione mi sembra ovvia.
Saluti
Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Ven Gen 02, 2009 6:01 am, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

POLITO OTTIMA COSA FECE

Messaggio  Admin il Mar Lug 01, 2008 7:50 am

Nel "Contributo di antropologia del dialetto barese" che Vittorio Polito ha scritto su questa sezione del forum, l'amico Vittorio ha recensito l'apertura di un luogo di delizie a Bari, il Fish Bar in via Piccinni. Durante l'inaugurazione del Fish Bar Vittorio Polito appalesò ai titolari della pescheria bar il nostro sito. Ebbene il risultato è stato che gli amabilissimi titolari hanno messo sul loro sito, nella homepage il link con il nostro sito.
Il sito è www.pescheriadeibaresi.it Sulla parte inferiore della homepage del sito noterete in tutto il suo splendore il nostro titolo del forum.
La cosa non può che farci piacere e quindi ringraziamo tutti il Fish Bar.
Un ringraziamento particolare va all'amico Polito che con le sue aperture verso l'esterno contribuisce ad aumentare la nostra visibilità. Grazie mille ottimo Vittorio.
Franz Falanga
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

RE: POLITO OTTIMA COSA FECE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Mar Lug 01, 2008 10:14 am

Sono grato a Franz Falanga per quanto scrive nei miei confronti. Nulla di eccezionale, caro Franz, il tutto rientra nella mia attività, per cui è naturale parlare o segnalare cose che innanzitutto fanno piacere a me e, se possibile, anche agli altri.
Nella serata dell'inaugurazione della Pescheria dei baresi insieme a me c'erano anche Felice Alloggio e Maria D'Apolito Conese, rappresentanti del dialetto barese in quel locale, il "Fish Bar" appunto, e dal momento che si parlava anche di dialetto barese per via di quel "Manuale di Antropologia del barese verace", ove è inserita "Na lèttre a Sande Necole" di Maria D'Apolito Conese, ripresa da un suo libro. Inserire quindi nel menu della serata il sito comanacosaellalde è stata "cosa buona e giusta". Nulla di più.
Cordialmente
Vittorio Polito
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

POLITO V. Baresità e...maresità

Messaggio  felice.alloggio il Ven Ott 31, 2008 10:07 am

POLITO V., Baresità e...maresità. Bari, Levante Editori, 2008, pp.216 + Ill.



E’ appena stato pubblicato, per i tipi di Levante Editori di Bari, il “coloratissimo” libro di Vittorio Polito, giornalista pubblicista, dal Titolo: “Baresità e…maresità.

Il testo, sebbene incorniciato da bellissime liriche dialettali baresi di poeti contemporanei per lo più viventi, indica quale elemento della baresità non solo l’uso del dialetto, ma soprattutto quel modo diverso di essere e di porsi fatto di mille diversi fattori.

Il libro, la cui prefazione è stata curata dal drammaturgo e scrittore Vito Maurogiovanni, e la cui copertina è stata disegnata dal Maestro Michele Damiani, è arricchito da un’ampia sezione fotografica comprendente non solo alcuni deii luoghi architettonicamente e artisticamente più belli di Bari, ma anche le copertine di numerosi libri, quasi che l’autore abbia voluto presentare un’originale bibliografia illustrata su Bari e sulla baresità di cui si è detto sopra.

Ancora un’annotazione va riferita a proposito del termine “maresità”, prezioso e reattivo neologismo il cui significato i lettori troveranno scritto sfogliando le prime pagine del libro, in una accattivante lettura curata da Franz Falanga. Quest’ultimo e il sottoscritto hanno avuto infine il piacere di collaborare con il Polito, scrivendo alcuni capitoli del testo, opportunamente inseriti dall’autore nel suo illuminato lavoro.

Auguri al nostro Vittorio e sempre Ad maiora!
avatar
felice.alloggio

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 21.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Baresità... e maresità

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Nov 02, 2008 7:47 am


GRAZIE
Ringrazio per la segnalazione e per gli auguri, con la speranza di aver dato, insieme allo stesso Alloggio ed a Falanga, coautori della pubblicazione, un contributo alla conoscenza ed alla divulgazione del dialetto barese.
Un grazie a tutti i poeti le cui belle poesie decorano il libro come una sorta di preziosa cornice, senza delle quali questo lavoro non avrebbe avuto alcun merito, scusandomi con coloro, che pur avendo scritto numerose altre liriche sugli argomenti trattati, non hanno trovato posto per motivi di spazio.
La mia particolare gratitudine va a Vito Maurogiovanni per la graditissima prefazione, a Michele Damiani per la bella copertina, alla Famiglia Campione per aver consentito di pubblicare alcune poesie inedite del grande giornalista Michele, ed alla Levante Editori che ha creduto in questo mio lavoro, inserendolo nella prestigiosa collana "La Puglia nei documenti", coordinata e diretta da Irene Cavalli.
Grazie a tutti
Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Dom Nov 09, 2008 6:10 pm, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

BARESITA' E...MARESITA'

Messaggio  Admin il Dom Nov 02, 2008 2:56 pm

Mi associo ai ringraziamenti in special modo all'amico Polito che si è mosso come un rullo compressore. Sono inoltre particolarmente contento anche di abitare insieme ad un magnifico disegno del Maestro Michele Damiani e altrettanto contento del tangibile ricordo della pubblicazione di un'inedita poesia del giornalista Michele Campione, che mi onorava della sua simpatia.
Last but not least complimenti agli editori Levante per aver inserito titoli e scritte nel disegno di Damiani senza minimamente intrigarlo. Così si fà, perbacco!
falàn
P.S. Ho scritto la terza persona singolare del verbo fare con l'accento sulla a per non confonderla con la nota musicale fa. Ma è corretto? Lo chiedo perchè "guardando" la parola fà, quella con l'accento, non mi piace per niente dal punto di vista grafico. Potete aiutarmi a chiarirmi questo mio rovello? Siete anche autorizzati a rimproverarmi aspramente.


Ultima modifica di Admin il Ven Gen 02, 2009 4:03 pm, modificato 2 volte
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

compare Fa non porta cappello

Messaggio  Nico Lomuto il Dom Nov 02, 2008 4:20 pm

Admin ha detto:
P.S. Ho scritto la terza persona singolare del verbo fare con l'accento sulla a per non confonderla con la nota musicale fa. Ma è corretto?
Io ricordo solo che ai tempi dello Scacchi usavamo la frasetta mnemonica "compare Fa non porta cappello" per ricordarci di non usare l'accento. Se sia giusto o no non lo so, ma la frasetta è buona.
avatar
Nico Lomuto

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 17.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

RE: Compare Fa non porta cappello

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Nov 02, 2008 7:58 pm

Cari amici,

state facendo un po' di confusione. Dalle novità editoriali state scivolando nella grammatica che in questa pagina non ha nulla a che vedere.
In ogni caso, tanto per chiudere la faccenda, fa, come dice Nico, non si accenta. Se poi si legge la frase di Falanga non c'è da fare alcuna confusione tra fa (fare) e fa (nota musicale).
La coniugazione del verbo fare non prevede alcun fa accentato. Solo nel presente indicativo è previsto l'accento sulla o nel caso si scrive io fò.
Saluti e ritornate nei giusti binari.
Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Ven Gen 02, 2009 6:03 am, modificato 2 volte
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Fa senza cappello dialetto barese e novità editoriali

Messaggio  Admin il Lun Nov 03, 2008 8:31 am

Vittorio Polito ha scritto
Cari amici,
state facendo un po' di confusione. Dalle novità editoriali state scivolando nella grammatica che in questa pagina non ha nulla a che vedere.


Vittorio hai ragione, gli argomento viaggiano in compagnia dei loro simili. Perfettamente d'accordo. il piccolo ping pong fra me e Nico andava in altra parte del forum. Questa è la lampante dimostrazione che anche i padreterni sbagliano.
Dunque atteniamoci a questa regola.
Bracci e abbaci.
falàn
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

MICHELE FANELLI: BARI VECCHIA PORTE APERTE

Messaggio  Vittorio E. Polito il Sab Nov 15, 2008 7:14 pm

E' stato appena pubblicato il libro di Michele Fanelli "Bari vecchia porte aperte" (Progedit), pagg. 86, euro 15,00.
Il volume che porta il sottotitolo Odori, sapori, superstizioni, liti, bestemmie, riporta alla memoria il piccolo mondo urbano con odori, rumori e sapori che hanno contraddistinto il vivere insieme. Coglie simbologie e riti tipici tra sacro e profano, scova le particolarità di un linguaggio "sboccato", bestemmie e imprecazioni presìdi inconfondibili a difesa dell'individualità. Il volume riporta anche numerose illustrazioni.


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Lun Dic 22, 2008 7:19 pm, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

ALFREDO GIOVINE: CANTI POPOLARI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI BARESI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Lun Dic 22, 2008 7:14 pm

In tempo per una strenna è stato pubblicato il tascabile di Alfredo Giovine "Canti popolari dei bambini e dei ragazzi baresi" (Stilo Editrice), pagg. 142, euro 10,00.
Il volume, a cura di Felice Giovine, si avvale della prefazione di Daniele Giancane, docente nell'Università di Bari, e propone in una nuova edizione (la prima è datata 1966), i canti raccolti dal figlio Felice e riproposti suddivisi in sezioni tematiche arricchite di nuove fotografie e presentate in dialetto barese con traduzione italiana.
La pubblicazione è la prima riedizione della "Biblioteca dell'Archivio delle Tradizioni Popolari Baresi".
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Riscoperta

Messaggio  FIORE UMBERTO il Mer Dic 24, 2008 4:07 pm

L'amico Franz Falanga non puo' immaginare la gioia che mi ha regalato indicandomi questo sito. In un momento storico in cui in generale la meridionalia' e' evocata unicamente in occasioni di mafia, camorra e ndrangheta , ritrovare in un forum, in particolare, la dolce musicalita' della lingua delle proprie origini cittadine, dove ogni parola rappresenta uno scrigno nel quale attingi emozioni, riflessioni, ironie e provocazioni e', ripeto, una grande gioia.

Mi vengono i brividi all'idea che il nostro dialetto, il dialetto barese, possa snaturarsi, corrompersi, smarrirsi. Casa fare per conservarne l'uso e sopratutto la memoria ? E' uno sforzo a cui invito tutti i frequentatori del sito.

Umberto Fiore

FIORE UMBERTO

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 23.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

RISPOSTA ALL'AMICO UMBERTO FIORE

Messaggio  Admin il Gio Dic 25, 2008 9:09 pm

Caro Umberto benevenuto nel forum innanzitutto, sei il quarantesimo iscritto a Comanacosaellalde e ci fa piacere a noi forumisti essere arrivati a una cifra tonda per la fine di quest'anno. Dici cose sensate Umberto e contiamo di avere una mano da te nell'uso di questo strumento interpersonale sulla cultura del nostro amatissimo dialetto barese che è il forum sul quale ci incontriamo. Questo forum è nato quasi un anno fa perchè come sai meglio di me sulla stampa cittadina gli interventi degli addetti ai lavori e di quelli interessati all'argomento erano frizzanti e spesso polemici. Tu che sei un barese verace sai benissimo come noi abitatori di questa stranissima ma rapinosa città si sia propensi alla disputa, alle partigianerie, fino ad arrivare a vere e proprie guerre sante, sante fin che si vuole ma pur sempre guerre. La nascita di questo forum a mio avviso e anche ad avviso di chi vi partecipa ha smussato parecchi angoli, ha messo un pò di gomma piuma fra le intelligenze, ha aggiustato la navigazione della barca degli interessati facendola passare da un mare procelloso a un mare più sereno e quindi più produttivo. La disputa è sì il sale della terra, ma certe vole le polpette erano magari troppo salate. Umberto noi siamo fatti così e quindi va bene, basta contare fino a dieci prima di lanciarci nella mischia. Come avrai potuto vedere di materiale interessante e importante sul nostro dialetto ormai ne abbiamo, noi del forum, in grande quantità, altre organizzazioni parallele alla nostra stanno lavorando con altrettanta complessità e tutto questo non può che farci piacere. Purtroppo l'amore e l'interesse per il dialetto barese lo vedo più fra le pantere grigie che fra i giovani e i giovanissimi. E' a loro che bisogna rivolgere le nostre attenzioni e questo fatto è difficoltoso ma rapinoso. Insomma Umberto mio ngiàma dà da fà. Come fare? Vediamo un pò se qualche forumista ci suggerisce qualche cosa. Io ahimè sono in lontano esilio, ancorchè volontario, e da qui faccio quello che posso. Riscrivo la domanda dunque: secondo voi amici del forum come fare per avvicinare il dialetto barese alle nuove generazioni? Vediamo che cosa risponderete.
Due parole per i forumisti, il dottor Fiore è un mio amico e sodale da circa cinquantacinque anni, è un bel signore che non dimostra gli anni che ha, è stata la prima tromba della Southern Jazz Band, è il Flower Umberto del mio giallo sul commissario Navarrini, e abita in una bella case con vista sul mare di fronte al vento di maestro. Insieme in lambretta 125 F negli anni cinquanta abbiamo fatto il giro d'Italia, cosa che ci permette di darci un sacco di arie.
Bene attendo le risposte e per intanto le solite pacche sulle spalle a tutti e i soliti baciotti alle ragazze!
Franz Falanga.
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedi il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

RE: RISPOSTA ALL’AMICO UMBERTO FIORE (ED AGLI ALTRI FORUMISTI)

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Dic 26, 2008 9:41 am

Cari Franz e Umberto,

nel dare anch'io il benvenuto a Umberto Fiore e condividendo le vostre perplessità a proposito del dialetto barese, devo far rilevare che vi è qualcuno che solo apparentemente difende il dialetto barese, lo fa, infatti, solo per interessi propri, millantando competenze e soprattutto centri studio o chessò io che non esistono, non sono frequentabili, non sono disponibili, non hanno riferimenti di nessun genere (telefoni, indirizzi, ecc.), insomma fumo negli occhi, se solo si considera che sono millantate opere e manuali o quant’altro che non esistono, nel senso che non sono mai state edite. Vi sono arroganti e presuntuosi “difensori” del dialetto barese in polemica con tutti, anche con gente qualificata come docenti universitari, poeti, scrittori, cultori, giornalisti, ecc., solo perché non in linea con le loro opinioni. Certi soggetti andrebbero smascherati e collocati al giusto posto, altrimenti si perde solo tempo.

È appena il caso di ricordare quanto scrive Felice Di Maggio, un lettore della Gazzetta del Mezzogiorno di Bari, in data 30 dicembre 2006, in occasione di una vivace polemica sul dialetto barese che il giornalista Gaetano Campione ha puntualmente e magistralmente registrato sul quotidiano di Bari: «Ogni lingua parlata, anche quelle ufficiali e maggiormente diffuse, è in continua evoluzione. L’italiano di oggi, sia scritto che parlato, è molto diverso da quello in uso negli anni 40 e 50. Per questo motivo nessun autore, scrittore o linguista, seppur autorevole, si è mai arrogato il diritto di dettare o imporre norme rigide e immutabili di lettura e scrittura. Il principio, credo, valga ancora di più per il dialetto che, per sua stessa natura, è libero da vincoli, agile, dinamico, in costante evoluzione».

Vittorio Polito
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

BARESITÀ, CURIOSITÀ E… di V. Polito (Levante Editori - Bari) I N D I C E

Messaggio  Vittorio E. Polito il Dom Nov 08, 2009 7:54 pm

Vittorio Polito

BARESITÀ, CURIOSITÀ E...

Prefazione di Corrado Petrocelli
ottobre 2009, pp. 370, € 25,00


Indice: Prefazione, di Corrado Petrocelli — 2. Perché nato questo libro, di Vittorio Polito: -bareSITÀ, di Vittorio Polito — 3. I dialetti, impetuosi affluenti della lingua, di Vittorio Polito: -U Dialètte, di Giovanni Panza — 4. Baresità e curiosità, di Vittorio Polito: -Sanda Necòle e u érèteche Ario e prime Concilio di Nicea, di p. Cristoforo Milella; CHI ERANO I TRASLATORI BARESI DI SAN NICOLA?; LA CATTEDRALE DI BARI E IL SOLSTIZIO D'ESTATE -La chiessa madre, di Onofrio Gonnella; ANCHE BARI HA AVUTO IL SUO MOSÈ -La senagoghe, Onofrio Gonnella; SAN FRANCESCO A BARI -La spiagge de le barìse, di Peppino Zaccaro; IL MONTE ROSSO -La leggenda du Monderusse, di Nicola Gonnella; LA TRAMVIA BARI-BARLETTA -La Vaporiera, di Giuseppe Gioia -La ciclatère, di Giuseppe Gioia; QUANDO A BARI CIRCOLAVANO TRAM E FILOVIE -La S.A.E.R. a Bari, di Peppino Franco -La bonalme du tramme e la filovì..., di Peppino Franco; LEOPARDI TRADOTTO IN DIALETTO BARESE -L'infinito, di Giacomo Leopardi -L'infinito, di Giuseppe De Benedictis; VITO BARRACANO E I COMIZI IN DIALETTO BARESE; I MESI DELL'ANNO -U chezzale e la zappe, di Luigi Canonico -La preghìire du chezzale, Di Stella Divella; LA BANNE DE LE CHIACUNE -La banne de le chiacune, di Giovanni Panza -La banne de le chiacùne, di Giuseppe Gioia; IL NASO -U nase, di Nicola Gonnella; ALBANESI E CLANDESTINI -All'Albanese, di Giuseppe Gioia -U lamìinde d'u Clandestine, di Luigi Canonico; LA CAPE DU TURCHIE -La cape du Turchie, di Nicola Gonnella; LA RIVOLTA DELLA FARINA -La revolde pe la farine, di Nicola Gonnella; 27 APRILE 1898 - RIVOLTA DEL PANE -U vjindisette abbrile, di Nicola Gonnella -La portapannère, di Peppino Zaccaro -Il pane, di Arturo Santoro; LA TESSERA ANNONARIA -La tèssere annonarie, di Nicola Macina; IL CALMIERE -U' calmijre, di Nicola Macina; IL GRAN PREMIO DI FORMULA 1 -U Gran Premmie, di Vito De Fano; SE DANTE ALIGHIERI FOSSE NATO A BARI -Se Dante fosse nato a Bari, di Arturo Santoro -U prime Cand d'u Mbjìrne, di Arturo Santoro -E po' u terz Cand, di Arturo Santoro; BARI CITATA DA DANTE ALIGHIERI NELLA DIVINA COMMEDIA; CRITTOGRAFIE MNEMONICHE "DANTESCHE"; L'OROLOGIO DI PIAZZA MERCANTILE -N'arlògge maccaròne, di Vito De Fano -U arrolge, di Giovanni Panza; I MINIASSEGNI -Il denaro che circola, di Arturo Santoro -A la lire, di Vito De Fano -Le monete nove, di Vito Barracano; LA «VIDUA VIDE» -La Vidua Vidua, di Peppino Franco -La Vidua Vidue, di Vito Barracano; NEOLOGISMI; LA FINE DU MUNNE E U' GEDIZZE NNEVERSÂLE -Adam'e ed' Eve, di Gaetano Granieri; WILLIAM SHAKESPEARE, VITO CAROFIGLIO E «LA FÈMMENA QUALUNGUE» -Pròloghe - Na fèmmene, di Vito Carofiglio; ANCHE NEL 1861 A BARI SI COMMETTEVANO FURTI -Le topine, di Vito De Fano; IL CHIOSCO DELL'ACQUA DI SERINO (U CHIOSCHE DU SERÌNE); I DIECI COMANDAMENTI IN DIALETTO BARESE – 5. Le Barise e..., di Felice Alloggio: -Amore de marenàre, di Michele Scorcia; LE BARISE, U MERCÀTE E LA CHIAZZE -Stève na volde u Mercate de via Calèfate -U ciarlatàne, di Vito De Fano -Stève na volde la Chiàzze de Via Nicolai -La chiàzze, di Giuseppe Gioia - Le lucche de l'ambulànde; LE BARISE E LA GAZÈTTE -La Gazzètte e nononne, di Licia Pansini; LE BARISE E LA FÈRE DU LÈVÀNDE; LE BARISE E LA FORÈSTE DE MÈRCADÀNDE; LE BARISE DA TORR'AMMARE E POLIGNÀNE -U mare, di Vito De Fano -La Gaggiane, di Nicola Gonnella; LE BARISE E ROSAMARÌNE -Rosa Marina, di Gaetano Mele; LE BARISE E LA SPIAGGE DE PAN'E PEMEDÒRE -Mattenàte a Pan'e Pemedòre, di Felice Alloggio - Pane e Pemmedòre, di Giuseppe Gioia; LE BARISE E LA FECAZZE; LE BARISE E LE CARTE NABELDÀNE -U giardenètte, di Felice Alloggio; LE BARISE E U BEGLIARDE -Le scèche du begliarde; LE BARISE E L'ANGIÙLLE; LE BARISE E LA SQUADRE DE LA BARE -Senette a Faièle Costandìne (u Rèucce), di Enzo Migliardi – 6. La baresità al femminile, di Linda Cascella: -La scernate de la fèmene, di Giovanni Panza -La fèmene de casa, di Giovanni Panza -La maijestè, di Peppino Zaccaro -Le Tabacchine, di Peppino Franco -A la megghière, di Vito De Fano -La grande devozione, di Arturo Santoro -Le fèmmene, di Giuseppe Gioia -La vera feste de la mamme, di Giovanni Panza -La mamma moderne, di Giovanni Laricchia – 7. Teatralità del dialetto barese, di Franz Falanga: -La cialdèdde, di Vito De Fano -La lèngue d'u pajse mì, di Maria Milella -U dialette neste, di Vito Barracano -A Pasquale Sorrenti con tanti... ìssimi, di Vito De Fano – 8. La Baresità di Giovanni Panza, di Vittorio Polito: -U mangià «cu perché», di Giovanni Panza -La làghene cu ciambotte, di Giovanni Panza -Fave e cequère, di Liliana Cucinella -Ia fa' attenziòne, di Emanuele Battista – 9. L'Università di Barim l'Aula Magna e la baresità, di Vittorio Polito: -Università, di Antonio Nitti – 10. Il 1945, l'Univesitas bariensis e Nostra Santa madre Goliardia, di Franz Falanga: -Munasterio 'e Santa Chiara, di Galdieri-Barberis -La feste de le goliarde, di Agnese Palummo -Goliardia, di Giuseppe Gioia -Gaudeamus igitur..., di Anonimo – 11. Proverbi e indovinelli baresi, di Lorenzo Gentile –12. I proverbi, di Vittorio Polito: -Le dditte andiche, di Luigi Canonico -Gli Avvocati, di Arturo Santoro - L'avvocàte, di Vito De Fano – 13. Magia e superstizione, di Vittorio Polito: LA MAGIA; LA SUPERSTIZIONE; STREGHE E MASCIARE; I PERIODI DELLA SFORTUNA; ANIMALI DA TENER D'OCCHIO; AZIONI RISCHIOSE; CREDENZE E SUPERSTIZIONI DI MARINAI -La Superstizione, di Arturo Santoro -Diciassètte 'u numere mbame, di Peppino Franco -U destìne, di Emanuele Battista -La Forza du Destine, di Vito De Fano -La destine, di Francesco Lopez -La scarogne de Gnazie Spine, di Vito De Fano – 14. Il gioco del lotto e i baresi, di Vittorio Polito: -Il gioco del lotto, di Arturo Santoro -U gighedellòtte, di Enzo Migliardi -U terne o llotte, di Vito barracano -U gigdellotte, di Peppino Zaccaro -La quatèrne de Mattè u stenate, di Vito De Fano – 15. Le feste in Italia e a Bari, di Vittorio Polito: -La feste de Sanda Necole e l'alde fijste..., di Peppino Franco -La tradizione-La devozione, di Arturo Santoro -La La tradizione, di Arturo Santoro -La nascete de Sanda Necole, di p. Cristofor Milella -La Bregessiòne, di Giuseppe Gioia -La Caravelle, di Michele Fanelli -La pausì a Ggisù Bammìne, di Peppino Franco -'U pellegrìne, di Peppino Franco -La scarcèdde, di Felice Alloggio – 16. I soprannomi, di Vittorio Polito: -Ngocche sopanome de le barise, di Vito De Fano – 17. Dedicato a Vito Maurogiovanni, di Vittorio Polito: -Vito Maurogiovanni, cantore della baresità -Cantata per la città e per Vito Maurogiovanni -Bari perde la sua voce più autentica e colta, di Fortunata Dell'Orzo -Testimonianze per Vito Maurogiovanni,di Felice Alloggio, Franza Falanga, Santa Vetturi e Pasquale Locaputo -Memoria di Vito Maurogiovanni, di Mariateresa Ventrella -A Vito Maurogiovanni, di Giuseppe Gioia -Na Candate pe Ttè, di Peppino Zaccaro

Copertina e disegni del maestro Michele Damiani

ISBN 978-88-7949-530-1
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

DEDICHE DEL MAESTRO MICHELE DAMIANI

Messaggio  Vittorio E. Polito il Sab Nov 14, 2009 7:40 pm

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIALETTO BARESE E DINTORNI: NOVITA' EDITORIALI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum