PRESENTATO ALL'UNIVERSITÀ IL VOLUME "BARESITÀ, CURIOSITÀ E…" (Levante Editori)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

PRESENTATO ALL'UNIVERSITÀ IL VOLUME "BARESITÀ, CURIOSITÀ E…" (Levante Editori)

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Gen 22, 2010 8:11 pm



CORRADO PETROCELLI
Magnifico Rettore Università degli Studi "Aldo Moro"
BARI


FOTO 1

GRAZIE

È STATO PRESENTATO NELLA GREMITISSIMA AULA MAGNA DELL'UNIVERSITA' DI BARI, AFFRESCATA DA MARIO PRAYER, IL MIO VOLUME

SONO INTERVENUTI IL MAGNIFICO RETTORE DELL'UNIVERSITA' DI BARI, CORRADO PETROCELLI, IL PROF. FRANCESCO DE MARTINO, DIRETTORE EDITORIALE CASA EDITRICE LEVANTE, CHE HA MODERATO MAGISTRALMENTE L’INCONTRO, NELLO MONGELLI, DIRETTORE DEL QUOTIDIANO BARISERA, MICHELE DAMIANI, PITTORE E POETA, AUTORE DELLA COLORATISSIMA COPERTINA E DEI DISEGNI INCLUSI NEL LIBRO, E FELICE ALLOGGIO, ATTORE E REGISTA.

SONO MOLTO GRATO AL MAGNIFICO RETTORE PER LA PREFAZIONE AL MIO LIBRO E PER I SUOI LUSINGHIERI COMMENTI SULLA PUBBLICAZIONE. GRAZIE A FELICE ALLOGGIO, A LINDA CASCELLA E FRANZ FALANGA, CHE MI HANNO AFFIANCATO CON ALCUNI CAPITOLI NELLA STESURA DELL’OPERA, AI POETI INTERVENUTI, A QUELLI PRESENTI CON LE LORO POESIE NEL TESTO, AI COLLEGHI ED ALLE TESTATE GIORNALISTICHE CHE HANNO RECENSITO IL LIBRO, AL NUMEROSO E QUALIFICATO PUBBLICO INTERVENUTO NEL MASSIMO TEMPIO BARESE DELLA CULTURA, ALLA LEVANTE EDITORI, ED A TUTTI COLORO CHE HANNO CONTRIBUITO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE AL SUCCESSO DELLA PUBBLICAZIONE ED A RENDERE POSSIBILE IL NOTEVOLE SUCCESSO ALL'EVENTO.

GRAZIE A TUTTI
VITTORIO POLITO



FOTO 2


FOTO 3


FOTO 4
LA FOTO 1 E' DI VITO SIGNORILE. LE FOTO 2, 3 E 4 SONO DI ROSARIO DE GAETANO, CHE RINGRAZIO




ALCUNI MESSAGGI


PROF. ENNIO TRIGGIANI
Preside Facoltà di Scienze Politiche Università Bari

Carissimo,
ti ringrazio per il cortese invito ma purtroppo non potrò intervenire per un precedente impegno. Mi dispiace. Comunque, complimenti ed auguri per il tuo lavoro
Ennio Triggiani

EMANUELE PANZA
Grazie per la splendida manifestazione e per il sempre più affettuoso ricordo di papà.

LINDA CASCELLA
Bella presentazione Vittorio. Complimenti.
E che piacere sapere che il Rettore ha letto tutto il libro!
A presto e… grazie.

DANIELA CHIARI
Buonasera Sig. Polito,
Le porto gli apprezzamenti miei e della mia famiglia per il libro di cui ci ha fatto dono.
La sua opera è stata molto apprezzata, soprattutto da parte di mio padre che anche se barese d’adozione subisce il fascino di tutto ciò che parla, canta e profuma della nostra Bari (soprattutto passata); delle sue abitudini che grazie a persone come Lei speriamo non vengano mai perdute.
Grazie ancora
Daniela

ENRICA SIMONETTI, giornalista
Ti auguro cento di questi giorni e di queste emozioni!

VITTORIO STAGNANI, giornalista
Caro Vittorio,
giocoforza dovrò essere al Preziosissimo sangue per una manifestazione commemorativa di Maurogiovanni. Mi hanno invitato la famiglia e... l’affetto che ho per Vito.
Ti faccio tanti auguri: sei uno dei rappresentanti più floridi in questo nostro deserticchio e ti meriti ogni successo.
Ti abbraccio


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Gio Ott 11, 2012 6:43 am, modificato 6 volte
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedere il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Una giornata particolare

Messaggio  felice.alloggio il Lun Gen 25, 2010 8:07 am

Cari amici del forum,

come molti sapranno "Una giornata particolare" è un film del 1977 di Ettore Scola in cui un uomo ed una donna si conoscono e si amano in una "giornata particolare", quella dell'arrivo di Hitler a Roma.

Ovviamente non è di questo film che intendo parlare ma della presentazione del libro di Vittorio Polito, giornata di presentazione che ha tanti buoni motivi per essere definita "una giornata particolare". E la particolarità deriva dal fatto che si è parlato solo e tanto di BARESITA'.
CRONACA


Nella splendida cornice dell'Aula Magna dell'Ateneo barese, si è svolta la presentazione del libro di Vittorio Polito “Baresità, curiosità e...” edito nel mese di ottobre 2009 da Levante Editori di Bari.

La baresità si respirava nell'aria, non solo perchè si presentava il libro che così s'intitola, ma per la presenza di numerosissimi semplici cittadini e conosciute personalità fra cui si segnala Gianni Antonucci, storico della squadra di calcio de "la Bare" e Nicola Pignataro, noto attore di teatro e cinematografico, Francesco Mininni, Presidente AIERRE, diversi docenti universitari e di scuole pubbliche, personale amministrativo della nostra Università.

La presentazione del libro è stata molto articolata perchè si sono mescolati interventi di alto profilo culturale di autorevoli docenti universitari, fra cui quello del Rettore Magnifico dell'Università di Bari, il prof. Corrado Petrocelli, ordinario di Storia della letteratura latina, e quello del prof. Francesco De Martino, moderatore, docente di Storia della letteratura greca presso l'Università degli Studi di Foggia, con un vero e proprio “spettacolo” anch'esso di alto contenuto culturale, in cui all'ascolto di musiche e canzoni della Bari Mediterranea e della Bari delle tradizione popolari, si sono unite letture di brani di prosa e poesie di importanti scrittori, commediografi e poeti baresi. Questo perchè il libro, secondo le intenzioni dell'autore, è dedicato a loro, ai Giovanni Panza, autore del best seller fra i testi della gastronomia pugliese “La checine de nononne”, che nessuno fino ad oggi ha eguagliato; ai Lorenzo Gentile, autore di un importante dizionario Italiano/Barese-Barese/Italiano, che è al momento il più consultato; ai Vito Maurogiovanni, scrittore e drammaturgo insigne che ha scritto testi teatrali sia in Lingua che in Dialetto; ai Domenico Triggiani, commediografo inventore del teatro barese verosimile e paradossale insieme; fino a giungere a poeti odierni, fra cui spiccano gli Emanuele Battista, i Pino Gioia, i Peppino Zaccaro, i Vito Bellomo.

I relatori inoltre non hanno dimenticato di segnalare gli importanti ed originali capitoli che altri autori hanno scritto nel testo, come quello dello scrivente, che si è occupato del rapporto che i Baresi hanno con alcune “istituzioni” presenti nella città: la Fiera del Levante, La Gazzetta del Mezzogiorno, le piazze e i mercati, e il rapporto strettissimo dei Baresi con un alimento della locale tradizione gastronomica, la fecàzze; Linda Cascella che ha delineato con maestria la baresità al femminile, tracciando un profilo molto aderente alla realtà dell'epoca delle tabacchine, ovverosia, le operaie della manifattura tabacchi; Franz Falanga, l'estroso architetto barese che, come ha fatto notare l'artista Michele Damiani, un brutto giorno andò via da Bari, perchè deluso della città e dei baresi, e andò in quel di Treviso in cui, fra tanti leghisti antimeridionali, è andato a creare un gruppo jazz locale, imponendo a questi un nome che più barese non poteva essere: “adovabadan ensemble jazz .” Un caso? Direi proprio di no, perchè questa iniziativa dimostra al contrario un grande amore per la città di Bari e i Baresi, oltre che essere un valido esempio di come la cultura e la musica possano unire i popoli.

Da segnalare ancora la vivace intervista di Nello Mongelli, direttore del quotidiano Bari Sera all'autore; l'intervento di Michele Damiani, con un accorato appello affinchè ci riappropriamo e difendiamo il nostro essere baresi e meridionali dagli attacchi che quotidianamente vengono perpetrati nei nostri confronti; e il messaggio sulla baresità che il sottoscritto ha voluto inviare a tutti i presenti dando letture di alcuni brani degli autori succitati, insieme alla organizzazione e alla regia della seconda parte delle serata, quella più squisitamente dialettale.

Al termine del programma, il prof. Francesco De Martino, ottimo conduttore, ha dato la parola anche agli interventuti, fra i quali hanno parlato, Gianni Antonucci, che ha elogiato il lavoro e la persona del suo collega giornalista Vittorio Polito e il prof. Rocco Labellarte che, nel suo accorato intervento, ha posto l'accento sul fatto che se era giusto in questa serata parlare di baresità, ancora più opportuno è parlare di pugliesità, se non addirittura di meridionalità e mediterraneità.

Hanno letto brani e poesie dell'Antologia politiana gli stessi poeti presenti, Emanuele Battista "Ià fa attenzione", e Peppino Zaccaro "Na candàte pe ttè", poesia quest'ultima dedicata a Vito Maurogiovanni; e le signore Rosa Lettini Triggiani con la lettura de "Chèsse iè Bare" di Lorenzo Gentile e "I Dieci Comandamenti in dialetto barese" scritti dal compianto marito Domenico Triggiani; Liliana Gioia che ha aperto e chiuso la parte dedicata alla letture delle poesie, leggendo prima "Baresità" di Vittorio Polito, e poi "Goliardia" del suo consorte il poeta Pino Gioia.

La serata si è chiusa con i ringraziamenti del Polito a tutti i presenti ed in particolare al Magnifico Rettore per la sua partecipazione, e con l'appello che alcuni intevenuti hanno fatto all’autore affinchè concluda l’opera pubblicando un terzo volume sulla Baresità, una trilogia di testi che può tranquillamente essere adottata nelle scuole. E' stato infine informato il pubblico presente che a Bari è in corso di svolgimento il Seminario permanente sul dialetto barese.

Felice Alloggio
avatar
felice.alloggio

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 21.02.08
Località : Bari

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

GIUSEPPE GIOIA

Messaggio  GIUSEPPE GIOIA il Gio Gen 28, 2010 5:08 pm

Caro Vittorio,

grato della generosa ospitalità che hai offerto, nel meraviglioso mondo delle tue “Baresità”, ad alcune mie poesie, ti confermo il mio ampio compiacimento per i meritati successi da te conseguiti nell’Aula Magna della nostra Università.

Ritengo che la tua pregevole opera sia, tra l’altro, eccellente motrice della produzione di nostri validi artisti la cui arte, a volta pregevole e interessante, rimane molto spesso abbandonata e dimenticata in timidi cassetti poiché follemente delusa.

Nel manifestarti dunque il mio cado ringraziamento, esprimo la speranza che questa fertile e utile attività, ti porti ad altra interessante “Baresità”.

Cordiali saluti

Pino Gioia

GIUSEPPE GIOIA

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 06.03.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

DA PARTE DI FRANZ

Messaggio  Admin il Ven Gen 29, 2010 5:11 pm

Innanzi tutto sono d'accordo con l'augurio dell'amico e sodale Pino Gioia, non c'è due senza tre. Ciò detto vorrei ringraziare di cuore, e, quando dico di cuore, dico di cuore, le cortesissime persone che mi hanno citato stando al tavolo dei relatori nella bella serata di qualche giorno fa nell'Aula Magna dell'Ateneo in occasione della presentazione di BARESITA' CURIOSITA' E... dell'ottimo Vittorio Polito. Il Magnifico prof Corrado Petrocelli è stato squisito nei miei riguardi, come pure Maestro Damiani, e che dire poi del caro Felice Alloggio che mi rammenta sempre ai miei concittadini, insieme al caro Polito, e ancora gli ottimi, last but not least, il direttore Nello Mongelli e il prof. Francesco De Martino. A loro ancora grazie per avermi nominato e ricordato ai signori e alle gentili signore baresi che affollavano l'Aula Magna.
Franz Falanga
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Provincia di Treviso

Vedere il profilo dell'utente http://www.franzfalanga.it

Tornare in alto Andare in basso

DAL "QUOTIDIANO DI BARI" DI OGGI 29 GENNAIO 2010, pag. 12, CRONACA DELLA PRESENTAZIONE DEL VOLUME di Vittorio Polito "BARESITÀ, CURIOSITÀ E..." (Levante Editori)

Messaggio  Vittorio E. Polito il Ven Gen 29, 2010 7:33 pm


29 GENNAIO 2010, PAG. 12



PER FACILITARE LA LETTURA RIPORTO LA STESSA NOTA PUBBLICATA SUL SITO DEL "QUOTIDIANO DI BARI.it"
Grazie al dialetto riscopriamo le nostre radici più autentiche

Nel “dna” della baresità c’è anche il santo di tutte le genti



Con il suo inesauribile filo d’Arianna – il dialetto barese, per la precisione – l’effervescente Vittorio Polito ci irretisce ancora una volta, trascinandoci in un altro divertente viaggio nel suo particolare universo, dove il vernacolo, per fortuna, non è considerato un attentato alla lingua nazionale, anzi vi ha piena cittadinanza e gode ottima salute.Un viaggio-bis, dunque, dai confini più ampi che ci consente di spaziare negli ambiti più diversi con un punto fermo che non lascia adito ad alcuna contestazione: nel Dna della baresità – ormai è cosa acquisita – fa sempre capolino il “Santo di tutte le genti” - Sanda Necole, per la precisione – che un manipolo di marinai andò a prelevare a Myra, quando ormai di lui esistevano solo le spoglie, per portarle poi nella sede naturale, Bari, così come aveva profetizzato nel corso della sua esistenza lo stesso vescovo-santo. E a San Nicola si è richiamato, in apertura della sua lucida dissertazione, il rettore magnifico dell’Università di Bari, Corrado Petrocelli, presentando nella gremitissima Aula Magna il nuovo saggio di Vittorio Polito dal titolo “Baresità, curiosità e…” (Levante Editori Bari) con scritti di Felice Alloggio, Linda Cascella, Franz Falanga, Lorenzo Gentile e Giovanni Panza. L’illustre oratore – che era affiancato dal prof. Franco De Martino, in veste di moderatore, da Nello Mongelli, direttore di “Barisera”, dal pittore Michele Damiani, da Felice Alloggio e dall’Autore - ha ribadito con fermezza e decisione un “no” risoluto e drastico a chi oggi rivendica la restituzione delle spoglie del vescovo di Myra: “No, queste ossa non le avranno mai!" È Bari la città di San Nicola, e resterà tale per sempre!”. Quindi, con toni decisamente più pacati , Petrocelli è andato avanti nella sua circostanziata analisi, mettendo a fuoco altri filoni della baresità, come aneddoti e fatti curiosi, narrati sempre con simpatica verve da Vittorio Polito ed illustrati, con avvincente talento iconografico da un maestro del colore, qual’è Michele Damiani. “Fil rouge” di questo secondo round letterario – ha detto ancora Petrocelli – è sempre il dialetto, visto come elemento aggregante e ausilio indispensabile per riportare alla luce tradizioni finite nell’oblio. Trarle da questa ingiusta dimenticanza – ha continuato l’oratore – è compito del nostro Vittorio che ne combina di cotte e di crude pur di riuscire nell’intento. Certo – ha arguito – tradurre un’espressione dialettale in italiano è davvero un’impresa ardua perché, spesso, per spiegare un termine dialettale bisogna ricorrere ad un lungo giro di parole, e forse senza neppure raggiungere completamente l’obiettivo. Ma, per fortuna, a dare una mano alla comprensione di queste ostiche parole ecco scendere in campo non uno scrittore ma un virtuoso del tratto - Michele Damiani, per l’appunto – che con i suoi disegni conferisce un indubbio valore aggiunto alla scrittura. Come attestano “La cattedrale e il solstizio d’estate”, “La ciclatére” (il trenino Bari-Barletta”), “La banne de le chiacune”, “La cape du turchie”, “Anche Bari ha avuto il suo Mosè”. E ancora: “La feste de le goliarde”, “Streghe e masciare”, proverbi e indovinelli baresi. In un affresco del genere poteva mancare il mare? La risposta la danno “sic et simpliciter” altre “perle” della baresità. Come “la spiagge de le barise”, ossia il Lido di San Francesco alla rena, “La leggenda du Monderusse” (il Monte Rosso), il molo di Sant’Antonio e persino la costa che da Bari si spinge fino a Rosa Marina. Passando ai personaggi, poi, c’è davvero da perdere la bussola. A partire dal compianto Vito Maurogiovanni, novello Odisseo, al libraio Pasquale Sorrenti. Del quale si ricordano tratti essenziali della sua personalità. Un giorno, aprendo la sua singolare libreria, scoprì che i soliti ignoti avevano fatto razzia di libri e di stampe. Non batté un ciglio, tirò giù la saracinesca e, senza frapporre indugi, raggiunse il vicino panificio Arciuli dove era solito ogni giorno consumare una mezza ruota di focaccia. Esaurito quel rito, tornò sui suoi passi per riaprire la libreria. E solo allora cominciò a lanciare tuoni e fulmini all’indirizzo di coloro che avevano violato il suo “sancta sanctorum”.

(m.v.c.)


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Ven Set 21, 2012 4:55 pm, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedere il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

RE: GRAZIE A FELICE ALLOGGIO, PINO GIOIA, FRANZ FALANGA E...

Messaggio  Vittorio E. Polito il Sab Gen 30, 2010 6:11 am

Permettetemi ancora un ringraziamento a Felice Alloggio, Pino Gioia e Franz Falanga per quanto hanno scritto su questo sito (http://comanacosaellalde.forumattivo.com), ed a tutti coloro che mi hanno inviato messaggi per il grande successo che ha avuto la presentazione del mio volume “Baresità, curiosità e…” (Levante Editori), ed al numeroso pubblico che ha gremito l’Aula Magna della nostra Università.

Un grazie particolare va a tutto lo Staff della Segreteria del Rettorato dell'Università di Bari che ha collaborato attivamente alla riuscita dell’evento.

In particolare ringrazio Angela Masiello, che ha validamente contribuito ed agevolato al massimo i vari incontri che ho avuto con il Magnifico Rettore per la prefazione e per l’organizzazione dell’evento, nonché Gianni Liano che ha dato tutta l’assistenza possibile per facilitare la manifestazione nella storica ed artistica Aula Magna dell’Università di Bari.
Un affettuoso grazie anche ad Antonio Sgobba, un mago del web, che cura con attenzione e puntualità il mio sito internet.
Grazie a tutti i colleghi che hanno firmato recensioni e cronache dell’evento.
È stata veramente una serata indimenticabile.

Vittorio Polito


Ultima modifica di Vittorio E. Polito il Ven Feb 05, 2010 5:53 pm, modificato 1 volta
avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedere il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

DA "BARISERA" DEL 4 FEBBRAIO 2010, PAG. 19

Messaggio  Vittorio E. Polito il Gio Feb 04, 2010 6:08 pm

avatar
Vittorio E. Polito

Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 17.02.08
Località : Bari

Vedere il profilo dell'utente http://www.webalice.it/vittorio.polito/

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESENTATO ALL'UNIVERSITÀ IL VOLUME "BARESITÀ, CURIOSITÀ E…" (Levante Editori)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum